Videocamere di marca: quanto costano? Guida alle fasce di prezzo

Il settore delle videocamere è ampio e variegato. Sono presenti numerosi modelli adatti ai vari contesti e per le più disparate esigenze. Tuttavia il monopolio del mercato appartiene fin dai primi modelli storici, a determinate case produttrici di fama mondiale. Scopriremo nel seguente articolo quali sono le principali e le relative fasce di prezzo su cui tali marchi si posizionano.

Ogni videocamera ha il suo giusto rapporto qualità prezzo.

Prima di ipotizzare un possibile acquisto, è bene cercare di capire a quali categorie guardare tra le tante esistenti. Siamo principianti o professionisti? Conoscitori ben rodati nel settore o muoviamo i primi passi nel campo del videomaking? Solo rispondendo a queste domande saremmo poi in grado di trovare la risposta desiderata. Parlando di categorie, esistono le consumer, ovvero quelle ritenute di fascia medio bassa, dove appartengono tipologie di videocamere quali: Handy cam. In poche parole, parliamo delle videocamere Compatte.

Una categoria a sé ugualmente valida per il video.

Scostandoci un po’ dal discorso e volendo spezzare una lancia a favore di un tipo specifico di prodotto, non si può omettere l’utilizzo delle Reflex moderne come strumento di ripresa video al pari di una videocamera di fascia medio bassa o medio alta. Proprio le macchine fotografiche Reflex più avanzate in quanto a tecnologia, hanno la funzionalità video che permette loro di elaborare riprese assolutamente degne di nota, specie se prendiamo in considerazione Reflex di altissimo livello. Alcuni dei modelli più sofisticati e performanti, sono addirittura ritenuti idonei nel settore professionale. Quindi se possedete già una buona Reflex, considerate anche l’idea di sperimentare i primi passi con questa. Solo successivamente, se lo riterrete necessario, passate ad altro.

Le Compatte, un mondo adatto a tutti.

Riagganciandoci al discorso iniziale, quindi, le videocamere compatte sono tutt’oggi le preferite da un ampio target. Parliamo di un prodotto estremamente adatto a chi si approccia per la prima volta al mondo del video o chi, curioso di approfondire alcune tecniche di ripresa, decide che l’utilizzo di un semplice smartphone è ormai limitativo. Le videocamere compatte, riconosciute anche col nome di Handy cam, si presentano particolarmente piccole e maneggevoli. Anche in quanto a funzionalità e portabilità soddisfano appieno gran parte delle aspettative. Il loro punto di forza è sicuramente il prezzo, e ciò che a livello tecnico sono capaci di offrire. Parliamo di uno zoom con un massimo di 100x e un minimo di 20x e la possibilità di sfruttare uno schermo LCD che sarà utile per visualizzare in tempo reale la ripresa o di rivederla in un secondo momento.

Contro:

  • Non sarà possibile intercambiare lenti o obiettivi.
  • Obbligo di utilizzare la stessa lunghezza focale fissa premontata.
  • Non eccellono nella qualità audio. Sarà necessario il più delle volte munirsi di un microfono esterno.

   

Quando scegliere una compatta?

Se siamo propensi ad un utilizzo senza molte pretese, non esigiamo particolari risultati strabilianti ma ci basta avere una videocamera leggera, pratica, versatile e facile da usare; proprio la compatta potrebbe fare al caso vostro. Non è da considerare in ogni caso solo un prodotto di basso prezzo o qualità mediocre, in quanto se fatto un acquisto a pari merito tra qualità e spesa, potremmo assicurarci un’ottima videocamera.

Vi intendete già di video? Allora la scelta migliore potrebbe essere una videocamera diversa.

Tra le offerte sul mercato, troviamo anche prodotti più adatti a target differenti. Parliamo di persone che hanno già una buona infarinatura e che nello specifico sono in grado di saper utilizzare al meglio una videocamera di livello superiore alle compatte. In questo caso ci riferiamo alle videocamere Semi-professionali e Professionali. Queste due tipologie, più o meno simili con solo alcune differenze tecniche, cominciano a richiedere una certa dimestichezza. Ma vediamone nel dettaglio alcune caratteristiche.

Videocamere Semi-professionali.

Dopo le compatte, queste sono il passo successivo per la scalata al miglior prodotto sul mercato. Malgrado saliamo di livello, le Semi-professionali mantengono bene o male dimensione ed un peso contenuti, tuttavia aggiungono al proprio comparto tecnico sensori migliori e più grandi che garantiscono una qualità e luminosità sensibilmente più performante. La qualità dell’immagine risulta ottimale e in risoluzione alta, pari anche (nei modelli migliori) all’UltraHD e al 4k. La maggior parte dei prodotti di questa fascia di livello, ha già in sé la predisposizione per l’utilizzo di microfoni esterni. Se siete quindi abbastanza ferrati in materia e non possedete né una Reflex né una compatta, allora questa è la soluzione adatta a voi.

Le Professionali, quando si vuole il top.

L’ultima fascia racchiude, infine, i modelli di nicchia dedicati al settore professionale. La qualità di tali videocamere è nettamente superiore e presenta moltissimi miglioramenti e funzionalità aggiunte. Tra le più importanti, potremmo con le suddette, cambiare le ottiche per un range più ampio di lunghezza focale. Sono equipaggiate di Zoom ottico e relativo stabilizzatore della medesima natura. Chiaramente se siete inesperti sarebbe inutile affrontare una spesa cospicua, in quanto questi modelli è difficile trovarli al di sotto dei 1000 euro. Tuttavia per chi non potrà fare a meno della qualità questa potrebbe essere un’idea da prendere in considerazione, anche se con le dovute riflessioni.

Marchi e prezzi per fasce.

Parlando di fasce di prezzi e relativi modelli, potremmo innanzitutto citare le case di produzioni maggiori quali: Sony, Panasonic, Canon, Samsung, JVC per quelle standard per poi arrivare a marchi di nicchia come: Blackmagic, Arri o Red. Concentrandoci sui relativi prezzi, facciamo di seguito un elenco semplificato:

  • Compatte: Fascia economica (100-300 euro) fascia medio alta (350- 450 euro).
  • Semi-professionali e Professionali: Partono dai 500 euro per poi orientarsi su cifre dai 1000 euro in su. 
  • Categoria Professionale di fascia alta: Arri o Red sono i cavalli da corsa migliori del settore. Il loro utilizzo oltre che fuori dalla portata di molti, è spesso sfruttato nell’ambito cinematografico e televisivo. I prezzi partono per lo più dai 10.000 per poi crescere.

   

Conclusioni.

Scegliere un prodotto di marca è chiaramente l’ideale se vogliamo affidarci a qualcosa che garantisca in termini di qualità. Tuttavia non sempre è necessario dover affrontare una spesa maggiore per questo. Molti prodotti di tali marchi leader nel settore saranno in grado di offrire prodotti dignitosi al giusto prezzo. Occhio alle specifiche tecniche e il gioco è fatto!

Siciliana laureata in Discipline dello Spettacolo e Comunicazione alla facoltà di Pisa. Appassionata di arte, musica e scrittura. Mi occupo di scenografia cinematografica e nel tempo libero scrivo romanzi in self publiscing. Mi diletto anche nella musica e nella pittura.

“La vita non sarebbe niente senza un pizzico di arte”

Back to top
menu
videocameredimarca.it