Guida all’acquisto delle videocamere di marca statiche: modelli migliori e consigli per la scelta

Il fattore sicurezza è fondamentale, in particolare quando si tratta della nostra abitazione o della nostra attività commerciale. Qualsiasi sia il luogo, un buon sistema di videosorveglianza potrà di certo fare la differenza. Oggigiorno, in commercio, esistono svariati modelli di videocamere che riescono bene o male ad adattarsi alle più disparate esigenze degli utenti. La loro facile reperibilità è agevolata anche dall’uso semplice ed intuitivo dei loro sistemi di funzionamento.

La scelta, logicamente, dipenderà da molti fattori, ma tutti faranno rifermento al tipo di lavoro che desidereremo ottenere dalla suddetta videocamera. Sarà un interno o un esterno il luogo destinato alla videosorveglianza? Che raggio d’azione dovrà assicurare per la messa in sicurezza del perimetro selezionato? Insomma, i quesiti a cui rispondere prima dell’acquisto non sono certo pochi, tuttavia non sarà un’impresa impossibile riuscire a selezionare il modello migliore e che faccia al caso nostro!

Nel seguente articolo, a tal proposito, vorremmo focalizzare la nostra attenzione sui modelli di videocamere statiche, e grazie ad una piccola e semplicissima guida, aiutarvi e nel selezionare il miglior prodotto che possa rispecchiare i requisiti più idonei alle vostre necessità. Curiosi di saperne qualcosa in più? Allora non perdiamo altro tempo e scopriamo insieme tutto ciò che di più utile può servirci conoscere!

Il primo passo? Capire dove andrà collocata la videocamera.

Per quanto questo possa sembrare all’apparenza un punto assai banale, in realtà nasconde un aspetto estremamente fondamentale, in grado di muovere la prima scelta del nostro prodotto. In linea di massima, il mondo delle videocamere di sorveglianza è diviso in due grandi gruppi:

  • Telecamere da interno.
  • Telecamere da esterno.

   

Ma qual è la reale differenza tra le due? 

Ebbene, le videocamere da interno, si presentano con una struttura di certo meno robusta e solida, ciò non significa che siano qualitativamente inferiori, semplicemente, dato il luogo di destinazione, non sarà necessario che la plastica risulti essere robusta e impermeabile. Questo perché la videocamera sarà tenuta al sicuro da agenti atmosferici o sbalzi di temperatura in grado di comprometterne il funzionamento stesso.

Per quanto riguarda le videocamere da esterno, al contrario, saranno obbligatoriamente munite di un buon rivestimento impermeabile, che sia capace di proteggere dal contatto diretto con: acqua, grandine, vento, forte umidità, basse ed elevate temperature. La videocamera si rende quindi strutturalmente più robusta e predisposta anche per il fissaggio tramite staffe da installare con tasselli al muro.

L’obiettivo primario, quindi, è capire ed individuare quale sia il luogo specifico destinato alla videocamera e selezionare la tipologia più adatta.

Videocamere statiche? Motorizzate? Che cosa significa di preciso?

Tra le varie funzioni presenti sui moltissimi modelli di videocamere per la sicurezza presenti oggi sul mercato, è molto diffusa quella di garantire un range massimo di movimento che si basa sui due assi principali, ovvero quello verticale e quello orizzontale. Questo però non è sempre possibile, in particolare per quanto riguarda i modelli di videocamere di fascia più economica.

Le telecamere statiche, offriranno dal canto loro, un range visivo appunto statico, senza la possibilità di poterlo ampliare tramite movimenti meccanici. Ciò non significa che questi siano modelli di qualità inferiore, semplicemente si rendono meglio adatti a determinati contesti.

Perché quindi scegliere le videocamere statiche?

     

  • Prezzo il più delle volte inferiore. 
  • Occorre controllare solo una determinata porzione di spazio non particolarmente ampia. 
  • Non si necessita di un campo di visuale eccessivo.

   

Ma quali sono gli altri aspetti da valutare prima dell’acquisto definitivo?

Che la videocamera sia statica o motorizzata, certo dipenderà dalla nostra scelta, tuttavia scegliere una videocamera necessiterà di ben altri criteri da valutare. Ecco di seguito in una breve lista alcuni dei punti più comuni da prendere in considerazione prima dell’acquisto:

  • Risoluzione
  • Led infrarossi per visione notturna. 
  • Sensori di movimento.
  • Luminosità. 
  • Allarmi.
  • Sistema di memorizzazione dei dati.
  • Connettività.
  • Campo visivo.
  • Prezzo.

   

Un buon lavoro da parte di una videocamera di sicurezza, è quindi determinato da una serie numerosa di fattori. In primis, bisognerà certo valutare la qualità stessa delle immagini riprese. La risoluzione, in tal senso, sarà in grado di influenzare in modo diretto il risultato. Ecco che, per tale motivo, si consiglia di optare su modelli che offrano almeno una risoluzione in HD. Se il budget lo permette, ideale è anche mirare a prodotti con risoluzione Full HD, 4K. Un aspetto che potrebbe far ottenere immagini nitide che chiare, sarà una buona riduzione del rumore e la stabilizzazione. 

Gli optional che accrescono il livello di sicurezza.

Se si desidera un sistema di sicurezza infallibile e del tutto affidabile, non potremo non ricercare delle videocamere provviste di infrarossi e sensori di movimento. Il connubio di questi due elementi garantirà una copertura totale sia nelle ore diurne che notturne. Anche in totale assenza di luce, la videocamera sarà perfettamente in grado di riprendere ad una data distanza in modo chiaro e leggibile. Il sensore di movimento, ovvero il Motion Detection, infine, ci segnalerà ogni tipo di intrusione sospetta nell’area circoscritta alla videosorveglianza. In poche parole, si tratta di funzioni estremamente utili a cui si consiglia sempre di appellarsi.

Quindi quali modelli di videocamere conviene acquistare?

Ricollegandoci alla parte inziale del nostro articolo, la scelta della videocamera di sicurezza dipende, nel complesso, da differenti fattori che a loro volta mutano in base alle esigenze personali. Ciò che è fondamentale, è valutare prima di ogni altra cosa il luogo destinato come area videosorvegliata. Studiare quali siano i punti strategici e quali quelli critici a cui garantire una data copertura. Soprattutto se la scelta ricadrà sui modelli statici, individuare i punti più a rischio si rivelerà parte essenziale. Si consiglia sempre una videocamera con un ampio campo visivo, ciò garantirà un range di visuale abbastanza importante e che a sua volta potrà sopperire alla mancanza del sistema motorizzato.

Consigli: se si è in procinto dell’acquisto di una videocamera, suggeriamo di orientare la scelta verso brand leader nel settore della videosorveglianza, che possano garantire non solo qualità in termini di materiali di costruzione, ma anche e soprattutto in termini di prestazione. Migliore sarà anche la longevità del prodotto.

Non ci resta che augurare a tutti un buon acquisto! 

Siciliana laureata in Discipline dello Spettacolo e Comunicazione alla facoltà di Pisa. Appassionata di arte, musica e scrittura. Mi occupo di scenografia cinematografica e nel tempo libero scrivo romanzi in self publiscing. Mi diletto anche nella musica e nella pittura.

“La vita non sarebbe niente senza un pizzico di arte”

Back to top
menu
videocameredimarca.it