Cosa valutare per scegliere una videocamera di marca: consigli e prodotti

Il mercato attuale, offre un’ampia gamma di modelli che si suddividono per tipologie, caratteristiche e prezzi. Prima dell’acquisto di una qualsiasi videocamera, è bene conoscere le principali specifiche tecniche e lo scopo di utilizzo della suddetta. Nel seguente articolo faremo luce su alcuni aspetti utili da conoscere per poter acquistare una videocamera nel modo più sensato. Quindi non perdiamo altro tempo e scopriamo tutto ciò che c’è da sapere al riguardo:

Su quali marche puntare e perché?

Un buon acquisto che si rispetti, che sia di una videocamera o di qualsiasi altro prodotto, andrebbe sempre considerato anche in funzione del marchio a cui affidarsi. I leader nel settore, sono sinonimo di garanzia e qualità a prescindere dalla fascia di prezzo presa in considerazione. Questo aspetto agevola non solo chi ovviamente ha una maggiore disponibilità economica, ma chi al contrario ha un budget limitato e vorrebbe comunque un prodotto di buona fattura e che non risulti scadente. Ecco che marchi come: Sony, Panasonic, Canon, Olympus, Fujifilm ed altri, nella propria selezione di prodotti sono in grado di proporne alcuni a prezzo relativamente minore e comunque dalla qualità garantita. Nello specifico, parlando appunto di videocamere, i machi citati trattano prodotti assolutamente validi e capaci di soddisfare diverse tipologie di target.

Fasce di prezzo che rispecchiano qualità e prestazioni.

Se volessimo approfondire tale argomento, sarebbe appropriato considerare in primis di quale tipologia di videocamera parliamo. Ovviamente il prezzo è rapportato alle specifiche tecniche della suddetta e saranno drasticamente differenti se dovessimo paragonare la categoria economica delle Compatte a quella Semi-professionale o Professionali. In tal caso dipenderà molto dall’utilizzo che ne faremo delle nostra videocamera. Volendo tuttavia inquadrare per sommi capi i prezzi, si potrebbe dire che delle buone videocamere di fascia medio bassa saranno acquistabili tra le 150 e le 300 euro. Puntando su una qualità maggiore, quindi sulla fascia Semi-professionale, i prezzi andrebbero dalle 350 alle 600 euro circa cosi come per quanto riguarda, invece, le Professionali, si affronterebbe una spesa il più delle volte oltre i 1000 euro. Per evitare un costo spropositato inutile, è bene capire quale sarà lo scopo del nostro acquisto.

Una volta chiarito tale punto, per sapersi muovere bene su una scelta sensata e idonea alle nostre vere esigenze, sarebbe opportuno chiarire quali siano le categorie attuali delle videocamere.

Le categorie principali delle videocamere.

Essenzialmente nel mondo delle videocamere esistono tre categorie principali su cui fare riferimento prima di buttarsi su un nuovo acquisto. Eccole riassunte brevemente in elenco:

  • Compatte.
  • Semi-professionali.
  • Professionali.

   

Compatte. Le videocamere per tutti.

Questa è la primissima categoria a cui fare riferimento se personalmente ci intendiamo poco di video. Sono dei prodotti a prezzi accessibili ideali per muovere i primi passi ed imparare con la pratica tutto ciò che c’è da sapere sul video. La loro praticità è uno dei maggiori punti di forza, così come ad esserlo sono le dimensioni ridotte, la portabilità, l’utilizzo di uno zoom fino a 100x, i comandi intuitivi e la possibilità di sfruttare lo schermo LCD per vedere in anteprima il risultato della nostra ripresa. C’è da sottolineare come, malgrado si tratti di prodotti studiati per un tipo di target specifico quale quello dei principianti, tali videocamere, soprattutto quelle più moderne, siano munite di elementi in grado di aumentarne nettamente la resa qualitativa finale dei video. Un esempio è la qualità di un’immagine spesso in FullHD e una buona relativa risoluzione.

Aspetti da tenere in considerazione sulle videocamere Compatte.

Per quanto per molti punti, le videocamere Compatte siano notevoli e performanti, è d’obbligo sottolineare che, sarà impossibile poter sostituire l’obiettivo, in quanto le Compatte sfruttano una lente fissa che basa la sua capacità ti lunghezza focale con lo zoom incorporato (meglio se Ottico). Inoltre, uno dei punti a sfavore è il comparto audio. Nei modelli più economici dovremmo accontentarci del microfono incorporato, mentre quelli di fascia superiore avranno l’uscita dedicata per l’audio esterno, quindi saranno da preferire al momento dell’acquisto.

Cosa c’è da sapere sulle videocamere Semi-professionali.

Per quanto riguarda le videocamere Semi-professionali, affermiamo con certezza che la qualità aumenta praticamente su tutti gli aspetti di resa finale del prodotto. La loro caratteristica che le differenzia dalle Compatte, è il montaggio di sensori di gran lunga più sensibili e di dimensioni maggiori. Per la precisione, le dimensioni del sensore si indicano per larghezza e altezza. In poche parole, un sensore più grande, garantirà video con una luminosità ed una nitidezza migliore. Oltretutto, la risoluzione delle immagini subisce un ulteriore miglioramento, così come a migliorare sarà la qualità tradotta in UltraHD e 4K. Le videocamere Semi-professionali, tuttavia, mantengono dimensioni e peso ridotto, in modo da assicurare a chi le usa una buona praticità.

E per quanto riguarda le videocamere Professionali?

Le videocamere Professionali si scostano nettamente dal mondo delle Semi-professionali e delle Compatte. Offrono immagini di qualità superiore ed una delle prerogative che caratterizza in assoluto le videocamere professionali, è quella di poter cambiare gli obiettivi per una più incisiva personalizzazione di inquadratura. Oltre a questo, si avrà una migliore manovra per impostare ulteriormente i parametri di ripresa in modo del tutto manuale. Queste modifiche sono parecchio limitanti sulle altre videocamere. Dato comunque il prezzo assai elevato, è consigliabile l’acquisto solo ad utenti che si intendono del settore o professionisti.

Conclusioni finali.

Abbiamo appreso, quindi, che prima di buttarsi a capofitto sull’acquisto di una videocamera, andrebbero valutati una serie di fattori differenti. In primis bisogna capire a chi è destinata la videocamera e per quali scopi dovrà essere utilizzata. Secondariamente, è sempre opportuno valutare con un certo occhio critico anche le specifiche tecniche quali: Sensore, lunghezza focale, risoluzione, rumore digitale, qualità audio, qualità del display LCD ed altri di pari importanza. La videocamera dovrebbe anche avere una buona capienza di memoria, questa sfruttata con la possibilità di inserire schede di memoria SD ampie e per una buona autonomia della batteria. In fine, è sempre opportuno affidarsi a marchi noti così da garantirsi la giusta qualità al prezzo più idoneo alle nostre tasche. Evitando così di incappare in prodotti scadenti e dalle qualità discutibili.

Siciliana laureata in Discipline dello Spettacolo e Comunicazione alla facoltà di Pisa. Appassionata di arte, musica e scrittura. Mi occupo di scenografia cinematografica e nel tempo libero scrivo romanzi in self publiscing. Mi diletto anche nella musica e nella pittura.

“La vita non sarebbe niente senza un pizzico di arte”

Back to top
menu
videocameredimarca.it