Come pulire una videocamera: consigli e accortezze

A volte vantare di possedere un’ottima videocamera dalle altissime prestazioni, non è certo una garanzia di risultati ottimali se non se ne prende la giusta cura. Ogni prodotto, ha la sua giusta manutenzione. Ecco che anche le videocamere, essendo molto delicate nel complesso. necessitano di cure che poi andranno a vantaggio di una longevità assicurata e di una maggiore efficienza. Nel seguente articolo, spiegheremo come pulire e detergere al meglio la propria videocamera. Quindi non perdiamo altro tempo e scopriamo tutto quello che può ritenersi utile da sapere.

Quale videocamera possedete? Questo influenzerà il tipo di manutenzione.

Attualmente ne esistono svariati modelli, dalle Handy cam alle Action cam, alle reflex adattate come videocamere o quelle super professionali, ognuna di essa richiederà i giusti accorgimenti per mantenersi sempre al meglio. Ad influenzare lo stato della nostra videocamera non è soltanto il tipo di modello, ma è soprattutto l’utilizzo che se ne fa. Se maneggiamo con poca cura la nostra videocamera, di certo non si manterrà quasi mai in buono stato, quindi è sempre sconsigliabile un approccio troppo superficiale in questo senso, anzi. Sarebbe l’ideale dedicare alla pulizia dei momenti a cadenza regolare. Questo ci aiuterà a renderla, più che un optional, una vera e propria sana abitudine.

Le Action cam. Le più soggette all’usura.

Per chi si intende del mondo delle videocamere, saprà di certo che le Action cam sono predisposte per un utilizzo in contesti estremi. Parliamo di eventi sportivi anche particolarmente propensi a cadute, intemperie e chi più ne ha più ne metta. Tra urti e cadute, le action cam entrano in contatto con acqua, sabbia, terra, neve, umidità. Sono, quindi, predisposte all’accumulo di sporcizia, il che significa che regolarmente andranno deterse e liberate da residui che potrebbero compromettere il corretto funzionamento. In generale, quella più delicato risulta essere la lente dell’obiettivo. Proprio la lente è la parte dove verrà a concentrarsi gran parte della pulizia effettuata sulla videocamera. Andrà fatta sempre nel modo più appropriato e con le dovute accortezza.

Cosa occorre per pulire una videocamera?

Prima di tutto, scongiurate l’uso di acqua o panni bagnati con essa. Nel mondo nella fotocamere e quindi anche del corrispettivo mondo delle videocamere, esistono sul mercato dei kit predisposti per la pulizia degli elementi più sensibili e delicati dei due apparecchi elettronici. Ogni kit, in linea di massima, si adegua alla tipologia della videocamera o macchina fotografica. La differenza sostanziale, è data dalla capacità o meno dei suddetti apparecchi, se hanno la possibilità di poter intercambiare gli obiettivi oppure no. Prendendo in esame, ad esempio, l’utilizzo per fare video di una fotocamera reflex, molti intenditori sapranno che il fattore caratteristico del cambio ottiche, mette più a repentaglio lo stato di pulizia del sensore interno. Ecco che, proprio per tale specifica situazione, vengono venduti strumenti adatti alla detersione del sensore. Di cosa si parla? Scopriamolo più nel dettagli nel paragrafo successivo.

Kit di pulizia e pompetta ad aria quando serve.

Come anticipato poco prima, sul mercato sono presenti questi comodi kit che forniscono tutto il nécessaire più idoneo per pulire videocamere o fotocamere senza il rischio di causare spiacevoli danni. Vediamo in generale, quali sono gli strumenti presenti all’interno dei kit generici più comuni:

  • Flaconcini con detergente liquido specifico per lenti.
  • Tamponi con tessuto all’estremità di tipo sterile.
  • Pennellini.
  • Pezzuole in cotone o microfibra. 
  • Pompetta ad aria specifica per la pulizia del sensore.

   

Come si può notare non sono certo pochi gli strumenti utili per mantenere pulita la nostra videocamera. Ma perché è meglio utilizzare il detergente specifico? Bisogna sapere che le lenti degli obiettivi, hanno una sorta di strato trattato antiriflesso. Se a contatto con agenti dannosi, questo strato a lungo andare potrebbe deteriorarsi, compromettendo così il buono stato dello stesso obiettivo. Ecco che il detergente agirà nel modo opportuno senza intaccare minimamente questo film aggiuntivo. Se, come dicevamo, utilizziamo una reflex o una videocamera professionale, oltre che della pulizia dei vari obiettivi, sarà necessario concentrarsi sul sensore interno. Dato il gesto ripetuto di smontaggio e montaggio delle varie ottiche, è facile che all’interno del corpo macchina si accumuli polvere o sporcizia. Una cosa da evitare assolutamente è di soffiare in modo diretto sul sensore. Piccole particelle di saliva potrebbero depositarsi sul sensore, quindi è meglio non farlo. A tal proposito, è adatto l’utilizzo della pompetta ad aria, ma cos’è?

Pompetta ad aria per la rimozione della polvere.

Appare generalmente di dimensioni ridotte e con l’estremità sotto forma di beccuccio mediamente lungo. Lo scopo essenziale della pompetta, è quello di rimuovere in modo delicato la polvere tramite dei getti d’aria privi di qualsiasi elemento che potrebbe danneggiare il sensore. Ciò che è essenziale, è di non strofinare il beccuccio sul sensore, ma di limitarsi ad una certa distanza così da non graffiarne la superficie. Oltre che alla pompetta, sono utilizzabili altri strumenti specifici per la detersione del sensore.

Accorgimenti generici da valutare prima di pulire la nostra videocamera.

Solitamente, è sempre meglio eseguire le operazioni di pulizia a casa e in un luogo dove l’aria non risulti particolarmente carica di polvere. Quando si maneggiano i vari componenti, soprattutto le ottiche, preferite sempre una pulizia tramite panno in cotone pulito e privo anch’esso di polvere. Prestate attenzione a non fare troppa pressione a ridosso della lente, è importante mantenere sempre una certa delicatezza se non si vuole correre il rischio di rotture o danneggiamenti. Altro accorgimento è quello di utilizzare sempre il panno non del tutto bagnato ma di inumidirlo appena con il prodotto adatto. Se la polvere dovesse essersi insinuata tra le fessure della videocamera, preferite in tal caso i tamponi venduti per tale scopo. Saranno in tessuto sterilizzato e quindi detergeranno senza aggiungere altri agenti indesiderati.

Consigli utili.

Il buono stato della videocamera, oltre che da una corretta pulizia regolare, è dato anche dal modo in cui conserviamo il nostro apparecchio elettronico. Se non utilizzata per tanto tempo, abbiate cura di riporla nell’apposita borsa o custodia, in modo da tenerla alla larga da polvere e altri agenti che potrebbero comprometterne lo stato.

Siciliana laureata in Discipline dello Spettacolo e Comunicazione alla facoltà di Pisa. Appassionata di arte, musica e scrittura. Mi occupo di scenografia cinematografica e nel tempo libero scrivo romanzi in self publiscing. Mi diletto anche nella musica e nella pittura.

“La vita non sarebbe niente senza un pizzico di arte”

Back to top
menu
videocameredimarca.it